Chi è Darinka Montico, la donna sopra ai piedi?

 

12439094_10156640836960125_6785659948330901876_nBallare sull’asfalto bagnato su una strada vuota in mezzo alla notte. Accendere candele in chiesa senza lasciare l’offerta. Scattare fotografie. Guardarle dopo tanto tempo. La semiotica, La psicologia e I sogni. L’Arte e gli Artisti. La Politica ma non i politici. Il Cinema. I Film Indipendenti e I Film dell’Orrore. L’odore del Cinema. La coda per comprare i popcorn. I trailer prima dei film. Mano nella Mano. Condividere una lacrima con uno sconosciuto. Fumare una sigaretta nel freddo autunnale all’uscita del cinema. Parlare del film. Fumare una sigaretta do
po aver fatto l’amore. Il Silenzio.Il rumore della pioggia sui tetti. Nuotare coi pesci, ballare coi pesci. Il camino, l’ironia, il mio compleanno, i pavimenti di legno, il lago d’inverno, Il blues, La Sicilia, I treni. Fare un picnic a letto con il mio amore. Una casa sull’albero. Dylan Dog. Le Sorprese. Le cattedrali gotiche. Polaroid. I telefoni che sono solo telefoni. Giocare col fuoco. I vestiti d’epoca, le feste pazze. Cucinare per i miei amici. Chicchere e vino, pizza e birra, edamame e sakè. Ridere. Il rumore dei bisbigli. Il rumore delle pagine sfogliate. L’odore dei prati e dell’aria dopo la pioggia. L’odore di un libro vecchio. Perdermi in una città che non conosco. Uno sguardo sexy al passeggero del treno che va nella direzione opposta. Non sapere. Tutti gli animali, qualche persona.

La mia rivoluzione interiore è sbocciata l’anno scorso quando ho capito che continuare a dedicarmi a fare cose che non mi piacevano era una perdita di tempo.

 

Parlare di me non mi piace ma parlando di quello che mi piace parlo di me…

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0